cuore, testa e stomaco

Cuore_2 ci sono sere come ieri sera, sere in cui ho bisogno di camminare…così uscita da lavoro non me la sono sentita per niente di rientrare in casa. ho messo l’ipod nelle orecchie e ho camminato senza una meta precisa, tra le vetrine e le persone, mi guardavo intorno e respiravo quell’aria fresca di un autunno orami arrivato. non pensavo a niente, non volevo pensare a niente. mi sono fermata da un tizio che vendeva caldarroste, ho comprato 2 euro di castagne. il tizio con le sue mani grandi, sporche di cenere e sicuramente ormai insensibili al calore mi ha preso le castagne migliori, e con due occhi buoni e dolci mi ha sorriso. uno di quei sorrisi aperti che ti fa pensare ad un papà…e io mi sono intenerita. ho ripreso la camminata mangiando le castagne ed ascoltando la mia musica, finchè il cuore e la testa mi si sono alleggeriti. ormai lo so, camminare è terapeutico per me.

un ‘ora e 45 minuti, alla fine ho camminato per un’ora e 45 minuti, questo è stato il tempo necessario a tranquillizzare cuore, testa e stomaco.

(questo post doveva essere diverso e doveva avere un altro titolo…ma a volte i pensieri decidono da soli dove andare…)

Annunci

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in gabry's life. Contrassegna il permalink.

5 risposte a cuore, testa e stomaco

  1. R ha detto:

    Camminare é terapeutico anche per me…

    E poi é bello girare per il centro cittá la sera, no?

    Le luci, la gente, l’aria fredda sulla faccia…

    R

  2. gds75 ha detto:

    finchè i piedi sono guidati dal cuore e dallo stomaco non importa dove arrino, l’importente è che vadano!!!

  3. bleek ha detto:

    Camminare per il centro, la sera e senza meta è una delle cose piu’ belle che si possano fare in compagnia…
    Purtroppo da me con due euro non ti danno neanche il cartoccetto vuoto di caldarroste.

    La prossima volta le vengo a comperare lì…

  4. cecilia ha detto:

    ci sono degli stati d’animo che conosciamo solo noi e che da soli possiamo tenere a bada e calmare, a volte bastano gesti semplicessimi ma familiari al nostro IO…e spesso parte di quella soluzione tanto attesa diventa più a portata di mano

  5. gigia ha detto:

    ma lo sai che anch’io cammino per “pensare”… per calmarmi… per riflettere… o anche solo per avere l’illusione di scappare

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...