ricominciamo????

c’è un proverbio dalle mie parti che dice che in un’ora Dio lavora. e se in un’ora Dio lavora, figuriamoci in una settimana, in una settimana ha creato il mondo e ha avuto pure il tempo di rompersi bellamente le scatole di lavorare. la mia ultima settimana è stata stracolma di cose, e alcune sono decisamente sostanziali. infatti, signori e signore, vi annuncio che sono ufficialmente e di nuovo disoccupata, i motivi sono tanti (c’entrerà qualcosa il fatto che il padre del mio titolare durante una trasferta mi ha chiesto di raggiungerlo nella sua camera d’albergo e il fatto che io abbia detto no? mah chissà), fatto sta che mi ritrovo all’improvviso a dover ricominciare di nuovo…

ma io non mi arrendo.

coraggio rimbocchiamoci le maniche della camicetta di seta, saliamo sui miei tacchi e ripartiamo

Advertisements

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in a little bit of sadness, gabry's life, Lavoro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a ricominciamo????

  1. adiade ha detto:

    ma che schifo, ma perche’ certe persone che hanno i soldi pensano che possano fare e avere tutto quello che vogliono?
    ma non l’ha denunciato??prima di andartene dovrasti fargli fare una bella fugura di m……
    mi dispiace moltissino, spero proprio che tu possa trovare un altro lavoro….un abbraccio…

  2. Baol ha detto:

    COSAAAAAAAAAA?! Chi è?!! CHI E’?!!! Ho un bastone pronto per lui!!!

    Non ti arrendere mai mai mai!!!

  3. mamba ha detto:

    ok…nausea a parte per l’omuncolo di merda…ti dico solo:
    FORZA GABRY! che come corri tu sui tacchi nn corre nessuno!

  4. Martina (stapelia) ha detto:

    NOOOOOOOOOOOOOOO! Ma che gente! Che gentaglia!!! Resisti e combatti! Ma é possibile che gli uomini anziani credano che per trombare (scusa il francesismo) sia necessario avere un potere di cui abusare??? Spero che fallisca lui e tutti i suoi fino alla 4 generazione! Ti abbraccio.

  5. sorridente ha detto:

    Sono decisamente schifata e nauseata da certi comportamenti. E sono orgogliosa di te e di tutte le donne che non accettano certi compromessi. Meriti di lavorare con persone migliori di quelle, e sono certa che non tarderai a troverai una nuova occupazione. In bocca al lupo! un bacio

  6. CiPì ha detto:

    Cara Gabry, c’è molto da imparare da te. Soprattutto per la forza che tiri sempre fuori ogni volta che serve. Io son silenziosa, non commento spesso ma spesso passo di qui…e mi stupisce sempre l’entusiasmo con cui ti vedo affrontare la vita quando è meravigliosa e quando fa tremendamente schifo.
    Sei brava tu. Continua dritta per la tua strada che son certa il futuro ti riserverà tesori.
    E poi leggi questo, l’ho sentito stamattina al Volo del Mattino, mi pari tu:
    Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita. Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta. Che uno dice: è finita. No, finita mai, per una donna. Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole. Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia. Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l’esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola. Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare. Così ogni giorno e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare. Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l’aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s’infiltri nella tua vita. Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane. Sei stanca: c’è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: “Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così”. E il cielo si abbassa di un altro palmo. Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato Natali e Pasqua. In quell’uomo ci hai buttato dentro l’anima ed è passato tanto tempo e ne hai buttata talmente tanta di anima che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata. Comunque sia andata, ora sei qui e so che c’è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento. Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine. Ed è stata crisi. E hai pianto. Dio quanto piangete! Avete una sorgente d’acqua nello stomaco. Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino. Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l’aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai scavato, hai parlato. Quanto parlate, ragazze! Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore. “Perché faccio così? Com’è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?” Se lo sono chiesto tutte. E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile. Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi? E’ qui; da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così scomposta in mille coriandoli che ricomincerai. Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti. Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te. Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa. Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa. Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente. Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta è come un diesel. Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa.
    E’ un’avventura, ricostruire se stesse. La più grande. Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli. Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo “sono nuova” con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo. Perché tutti devono capire e vedere: “Attenti: il cantiere è aperto. Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse”. Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia. Per chi la incontra e per se stessa. È la primavera a novembre. Quando meno te l’aspetti…

    Jack Folla

    Un abbraccio a te Gabry, che sei sempre tanto cara.

  7. cecco ha detto:

    ma è una storia da Sex in the City!
    mi spiace Gabry, consolati con un Cosmopolitan ..
    besos

  8. gabry ha detto:

    -@ ade: denunciarlo? e come? non ho nessunissima prova, la mia parola contro la sua..niente da fare purtroppo…
    -@ Baol: sei tanto carino, la prossima volta so a chi rivolgermi 🙂
    -@ mamba: grazie per la fiducia tesorino 🙂
    -@ martina: lo spero anche io, ma sai come si dice, mi siedo sulla riva del fiume e attendo che passi il nemico
    -@ sorridente: grazie tesoro, sono contenta di renderti orgogliosa 🙂
    -@ cipì: è bellissima la cosa che mi hai scritto e sei un tesoro con me, e anche tu sei meravigliosa 🙂
    -@ cecco: no cecco, purtroppo non è Sex and the city…ma la mia vital…

  9. Saccottino ha detto:

    😦 povere noi, il mondo maschile non cambierà mai nei nostri confronti, soprattutto fin quando ci saranno donne che, a differenza di te, cedono a questi “ricatti”…in bocca al lupo!

  10. gabry ha detto:

    -@ saccottino: purtroppo dicono tutti che abbiamo la parità quando non è assolutamente vero, abbiamo una finta parità… tristess

  11. Sarah ha detto:

    Un abbraccio

  12. simobulldog ha detto:

    La tua forza e la tua capacità di affrontare le cose ti porteranno solo il meglio, ne sono certa!!!! E soprattutto te lo meriti!
    Sono con te!!! Un bacio stella!

  13. gabry ha detto:

    -@ sarah: grazie 🙂
    -@ simobulldog: non so se questa è la mia forza, so solo che devo farcela assolutamente…grazie

  14. AndreA ha detto:

    Arrivo con un po’ di ritardo a questo post….

    Mi spiace tanto per ciò che è successo, ma sono certo che troverai qualcos’altro.
    Sei in gamba, sai lavorare e vali tanto. 😉

    Un abbraccio forte! :))

  15. O-Ren ha detto:

    MMM ma quello non è un uomo è un pezzo di merda!
    In bocca al lupo!
    =)
    GO AND KICK SOME ASSES, MAN!

  16. gabry ha detto:

    -@ Andrea: grazie grazie grazie per la fiducia…speriamo.io incrocio tutte le dita, anche quelle dei piedi…speriamo…
    -@ o-ren: concordo, è uno schifo. spero di dare qualche calcio nel sedere in giro…ci provo almeno….

  17. Pingback: quell’insensata voglia di equilibrio… » Blog Archive » la qualità delle persone

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...