alba

sunrise.jpg

sveglia alle 5 del mattino mi rigiro nel mio letto immersa in mille pensieri neri, che chissà perchè di notte, col buio, diventano sempre più pesanti, difficili e irrisolvibili.

mi giro e mi rigiro nel letto come solo io so fare certe notti, penso a me stessa e prendo decisioni, arrivo a conclusioni, tiro linee, metto punti.

che poi chissà se appena sorge il sole sarà tutto uguale, chissà se le decisioni, le conclusioni, le linee e i punti saranno ancora validi sotto la luce del giorno, che mentre accende i colori, a volte, riesce a spegnere anche le ansie.

ma adesso mentre mi giro sotto il piumone, con gli occhi chiusi stretti stretti cercando di riprendere un sonno che proprio non ne vuole sapere, i pensieri si accumulano uno sull’altro e diventano una piccola montagna da scalare, che per me, che ho l’agilità di una foca monaca, scalare montagne non è proprio cosa.

non credo che riuscirò più a dormire…allora mi sa che mi alzo, mi faccio un caffè, mi siedo davanti alla finestra guardando verso est e aspetto, che tanto prima o poi il sole arriva…

Annunci

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in a little bit of sadness, gabry's life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a alba

  1. Simo ha detto:

    Si…al mattino i fantasmi spariscono…almeno per un pò.

  2. gabry ha detto:

    -@ simo: quella è la mia speranza tesoro…

  3. Martina (stapelia) ha detto:

    Quando capita a me e credimi capita spesso l’orario critico sono le tre di notte. Devi dormire perchè domani il mondo non si ferma, ma non ce la fai. I pensieri sono là nitidissimi che ti guardano o seduti in fondo al letto o appesi al lampadario del soffitto…L’ultima volta che é successo ho deciso di scrivere un libro….Ti abbraccio e spero che si risolva tutto Marty

  4. sorridente ha detto:

    La notte è il territorio dei brutti pensieri, delle domande, delle preoccupazioni e dei bilanci, per fortuna quasi sempre, al mattino, con l’arrivo del sole, le cose sembrano rientrare nella loro giusta dimensione.

  5. sarah ha detto:

    La notte tutto è tremendo, amplificato, esploso, comunque, quando capita a me, già al risveglio tutto si ridimensiona

  6. gabry ha detto:

    -@ martina: esatto martina, beh io non ho deciso di scrivere un libro, ho preso un mucchio di altre decisioni, molte riguardano esclusivamente me stessa e il rapporto che ho con me, e ho intenzione di portarle a termine. grazie per l’abbraccio, mi serve 🙂
    -@ sorridente: non so se con il sole le cose si sono sistemate, ma so che adesso sono convinta di ciò che ho deciso
    -@ sarah: purtroppo non si sono ridimensionate le cose, i problemi restano lì, ma il giorno ha portato la voglia di risolverli

  7. Selene ha detto:

    Quante notti ho sentito un caldo insopportabile, piccoli aghetti pungermi le dita delle mani e delle gambe, concentrandomi nel richiamo del sonno. Senza successo. E tante volte per questo sono stata un fantasma di giorno.

  8. gabry ha detto:

    -@ selena: io gli aghetti li sento in testa, nel cuore e nell’animo, e fanno male. non so se la stanchezza mi rende un fantasma, ma sono certa che mi sento un fantasma quando non riesco a risolvere tutti i miei interrogativi…

  9. zuccherinovelenoso ha detto:

    Sunrise, sunrise looks like mornin’ into your eyes…

  10. gabry ha detto:

    -@ zuccherinovelenoso: But the clock’s held 9:15 for hours

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...