paturnie

y1pnmehxph-uhq07phwqovsy2gmc8adzyvdlagjyeb0jgt62jvb588qopdzhtttg4sberhwnuzayzu.jpg

“Io vado pazza per Tiffany: specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie.
Vuoi dire quando è triste?
No… Uno è triste perché si accorge che sta ingrassando, o perché piove. Ma è diverso. No, le paturnie sono orribili: è come un’improvvisa paura di non si sa che. È mai capitato a Lei? Mi sono accorta che per sentirmi meglio mi basta prendere un taxi e farmi portare da Tiffany. E’ una cosa che mi calma subito, quel silenzio, quell’aria superba: non può capitare niente di brutto là dentro”

( Audrey Hepburn “Colazione da Tiffany”)

.

oggi ho le paturnie, e nelle giornate così mi si forma un blocco all’altezza dello stomaco che non va nè su nè giù. ha trovato il suo posticino comodo lì e ci si adagia. e in giorni come questi sento il bisogno di buone notizie e di novità su cui buttarmi a capofitto, di non pensare a cosa accadrà tra un’ora, tra 2 giorni, tra 10 anni. forse perchè in fondo ci sono cose che non riesco a controllare e la cosa mi irrita.

e poi ci sono le aspettative. c’è niente di peggio delle aspettative? se c’è una cosa che ho imparato è che le aspettative vengono puntualmente disattese, quindi sarebbe molto meglio non averle queste maledette aspettative. e ora non aspettatevi da me che vi dica come si fa a non avere aspettative, perchè io ci sto provando da 33 anni a non averle,e ancora non ho capito come si fa…e a dire il vero non è l’unica cosa che non ho ben capito. ecco, ho capito di non aver capito, questo è poco ma è sicuro.

nelle giornate come oggi le penso tutte. penso di prendere tutto e andare in qualche altro posto, trasferirmi, penso di impostare una nuova vita lavorativa, di imbarcarmi in una barca a vela e vivere così (io che soffro il maldimare), di imparare uno sport o fare un corso di cucina, di chiamare qualcuno che non sento da anni, di organizzare un viaggio, tagliarmi i capelli, iscrivermi in palestra, comprarmi una cosa costosissima che non posso assolutamente permettermi, di cambiare me stessa e la mia casa…

e invece semplicemente esco a fare una camminata.

paturnie, sono solo paturnie, che domani di certo passeranno, ma che oggi mi mandano storta la giornata…

vorrei avere anche io un Tiffany sotto casa….

Annunci

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in a little bit of sadness, gabry's life e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a paturnie

  1. Mamba ha detto:

    siccome ogni parola è inutile, perchè con uno stato d’animo così ti infastidirebbero ancora di più (tipo “ma dai passerà” – “grazie al cazzetto ma oggi sto male!” oppure “ma dai nn è il caso pensa a chi sta peggio” – “no no penso a chi sta meglio” etc etc…) ti abbraccio a basta! che poi…il post l’hai scritto ieri…quindi oggi stai meglio giusto?!? ^__^

  2. sorridente ha detto:

    Conosco quella sensazione…e mi verrebbe di reagire allo stesso tuo modo… Sai, a volte io mi accontento anche di una semplice profumeria, non funziona completamente ma un pochino sì! Un baciotto.

  3. ika ha detto:

    come ti capisco…. quando vengono a me entro in uno stato di sconforto, di ansia…. che mi chiudono lo stomaco… che brutte le paturnie!!!

  4. Baol ha detto:

    Il tuo post è sacrosanto e ti capisco

  5. suysan ha detto:

    Io quando sto così il mio Tiffany lo trovo andando sulla spiaggia…specialmente se è inverno e non c’è nessuno…

  6. gabry ha detto:

    -@ mamba: mambina grazie per l’abbraccio, ne ho bisogno!!! sei un tesoro 🙂 è vero, certe frasi fatte in alcuni momenti non confortano ma fanno parecchio innervosire. tanti bacini
    -@ sorridente: io invece di solito passeggio, vado con l’ipod e guardo le vetrine e magari vado in libreria, non so perchè ma l’odore dei libri mi calma un sacco.
    -@ ika: esattamente, brutte le paturnie.
    -@ baol: grazie 🙂
    -@ suysan: io quando sono al paesello prendo la bici e arrivo al mare, ma quando sono in città passeggio per le vie senza meta…

  7. mamba ha detto:

    ah…..solo per farti ridere un po’: una mia cara amica molto carina, delicata, fine, in vacanza a new york, dopo una succulenta colazione a base di muffin con panna e tanto latte, è andata da tiffany…mentre passeggiava tra quelle meraviglie ha cominciato a sentire freddo, le gambe hanno cominciato a tremare, mal di stomaco fortissimo…ha chiesto dove fosse il bagno…ma…nn ce l’ha fatta…ha vomitato in un elegante corridoio di tiffany morendo dalla vergogna!!! peggio di charlotte che se la fa sotto in messico XD

  8. gabry ha detto:

    -@ mamba: ahahahahahahah altro che colazione da tiffany ahahahahahaha ma poveraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  9. lale ha detto:

    Capisco e annuisce anche il mio cassetto di mutande ancora da rinnovare.
    Ah.. l’altro giorno sono andato da Tiffany per un regalino.
    Delle commesse così antipatiche non le ho mai trovate. Da oggi solo shop on-line o direttamente sulla 5A.
    Ero talmente nauseato che ho fatto svuotare la cassaforte alla tipa.. e naturalmente non ho preso niente. tiè.

  10. gabry ha detto:

    -@ lale: tesoro hai fatto benissimo!odio le commesse “celhosoloio”…..ps la prossima volta che vai da tiffany pensa anche a me…mi basta anche un pensierino piccolo piccolo eheheheheh

  11. Sarah ha detto:

    con le paturnie ahime bisogna convivere, io cerco di dormire o di leggere quando ce le ho, non faccio molto aspetto che passino
    ma visto che citi la barca a vela… prova con il cerotto, in barca ti sembra che non possano esistere problemi, di nessun tipo, libertà e serenità allo stato puro

  12. gabry ha detto:

    -@ sarah: io quando ce le ho, spero che passino, ma l’immobilità mi rende più insofferente….per quanto riguarda la barca a vela, è quello che faccio, cerotto e xamamina…ma comunque soffro sob

  13. Dedica ha detto:

    concordo pienamente…ho un Tiffany quasi sotto casa, ma preferisco svagarmi da Zara o Tezenis…più economico….complimenti per il blog, molto interessante! buona giornata!

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...