un post “post” :)

ho pensato tanto riguardo cosa avrei scritto nel post successivo a day 0, ci ho pensato tanto e non sapevo cosa avrei potuto scrivere, se da un lato pensavo che sarebbe meglio tornare a scrivere le mie cose come prima, dall’altro avrei voluto scrivere qualcosa “in più”. ho anche pensato di chiudere questo blog, che nel frattempo ha anche compiuto 5 cazzutissimi anni (forse la cosa che ho fatto con più perseveranza nella mia vita, mi sa che è battuta solo dall’università), ma sono troppo legata a questo blog per abbandonarlo. così alla fine in questo posto non scrivo nulla se non un grazie per tutti i commenti che mi avete lasciato. perchè li ho sentiti “veri”, scritti in modo sincero. leggendone alcuni ho anche pianto (lo dico io che sono piagnona incazzosa in questo periodo!).
non è che per me sia facilissimo parlare di alcune cose, non è facile neanche parlare di ME in realtà. parlo molto, anzi moltissimo e parlo di un sacco di cose, ma difficilmente mi sentirete parlare davvero di me. non so perchè ma se mi metto a parlare di alcune cose finisco per chiedermi “ma che gli frega di sentire le mie lagne?” così evito.
durante questi 3 anni mi sono sentita dire: “ma perchè tenti di sdrammatizzare tutto? non credi che così facendo spesso le persone non si accorgano del tuo dolore? non credi che buttandola sempre sulla risata non si rendano conto della tua sofferenza?”. Mi è stato detto che l’ironia era un difetto quando tendeva a nascondere anche a me stessa come stavo. ci ho riflettuto e forse in parte è vero. il 99% delle persone non sapevano nulla di come stavo e l’1% lo sapevano solo perchè gliel’ho detto io. sono poche, davvero pochissime. ad esclusione dei miei genitori e di mia sorella si tratta si e no di 4 o 5 preziosissime persone.
detto questo penso che riprenderò a scrivere le mie solite cosine a modo mio…. almeno ci provo 🙂
(ps sopra c’è il mio portapilloline fedele compagno degli ultimi anni, di cui la parte destra è stata svuotata mentre la sinistra, causa simpaticissima tiroide, è ancora in funzione, ma a breve sarà eliminata anche quella 🙂 )

Annunci

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in gabry's life. Contrassegna il permalink.

15 risposte a un post “post” :)

  1. simobulldog ha detto:

    Come capisco quel che vuoi dire… tu leggi anche il mio blog e difficilmente ti imbatti in post un po’ più personali, di sfogo, in cui esterno i miei pensieri e le preoccupazioni per fatti gravi che mi sono successi… anch’io penso che non voglio fare ‘la lagna’… e mi capita a volte di paragonare il mio blog ad altri… e pensare che all’apparenza sembra stupido e banale… ma in realtà non è così. Il blog è solo una parte di noi, quella che decidiamo di far vedere. E sinceramente io non ho mai pensato che tu fossi una persona futile e superficiale dai tuoi post, tutt’altro, nonostante non sapessi del tuo problema di salute!! Sei una gran donna Gabry!! E sono contenta di essermi imbattuta per caso sul tuo blog qualche anno fa!

    • gabry ha detto:

      Simo, grazie davvero. probabilmente il nostro è solo un modo “differente” di affrontare le cose. c’è chi esterna tutto e chi interiorizza troppo. sono due modi diversi di agire. in un periodo in cui stavo particolarmente male una persona che conosco (non posso chiamarla amica, perchè col tempo ho capito il valore della parola “amica”) mi disse “ma come fai ad essere sempre allegra e solare? tu sorridi sempre!”. “minchia, questa pensa che io sia solare e io invece mi sento morire” pensavo. e anche lì ho capito di quanto poco io lasci trasparire. affronto così. quando soffro troppo la butto in battuta e così finisce in caciara e almeno, anche se io soffro almeno gli altri si fanno una risata. ma fino a quanto questo sia giusto, onestamente non lo so. come dicevo, mi è stato detto che probabilmente era un modo per nascondere, ma fino a quando puoi nascondere la polvere sotto il tappeto?

  2. simobulldog ha detto:

    Beh certo, Prima o poi la polvere dal tappeto torna fuori… anche se chi ti guarda da fuori pensa che vorrebbe essere al posto tuo, sempre contenta e sorridente… anche se la realtà delle cose è diversa.. Per quel che riguarda me comunque, non è solo un modo per non ‘pesare’ sugli altri… è anche un mio modo per ‘esorcizzare’ e per cercare di trovare una briciola di positività nelle cose negative e, devo dire magari sbagliando, lasciando un ‘vetro’ tra me e gli altri perchè così se non sanno, non sono obbligata a parlarne. Sì sono anche un po’ ‘orsa’. Ma alla fine tutto è bene quel che finisce bene no?
    Bacione!

  3. CiPì ha detto:

    Sono arrivata in ritardo a leggere le tue parole in questi ultimi giorni e mi dispiace…ma non si è mai in ritardo per augurarti una buona Vita, che se vuoi, a volte può essere così bella.
    Ti abbraccio Gabry, ti voglio un bene sincero.

  4. O-Ren ha detto:

    Che GUERRIERA, Gabry!!!
    😀

  5. Giuliadms ha detto:

    Ho letto queste righe e ti ho pensato…e di nuovo ti faccio gli auguri per il tuo “compleanno”.
    “Non c’è niente di più bello di una donna in rinascita . Non c’è niente di più bello di una donna , quando si rialza. Dopo la caduta. Dopo la tempesta. E ritorna più forte e bella di prima. Con qualche cicatrice in più nel cuore, sotto pelle.. ma con la voglia di spaccare il mondo. Solo con un sorriso”…
    Giulia Demasi

  6. gabry ha detto:

    -@ Cipì: Grazie Cipì, il mio affetto per te è uguale uguale al tuo. c’è ed è sincero 🙂
    -@ O-ren: Banzai! 🙂
    -@ Giuliadms: leggi questo post 🙂 è quello che dici tu. hai preso esattamente quello che sento e quello che vorrei 🙂
    https://soulista.wordpress.com/2010/03/08/oggi-sono-una-donna-ma-lo-ero-anche-ieri-e-continuero-ad-esserlo-domani/

  7. Martina ha detto:

    Leggendo mi é scappato un “MA VA!?” Parlare con te é una delle cose più complicate al mondo…Se chiudi il blog vengo giù e te lo faccio riaprire… BACI

    • gabry ha detto:

      dai non è tanto difficile parlare con me, e difficile farmi parlare 😉 smetterei di scrivere solo per farti venire giù a costringermi a riprendere ❤

  8. carla ha detto:

    Coraggio coraggio Gabry. Il grafico una volta sale e una volta scende, è la vita. L’importante che non sia piatta.
    Sono contenta che riesci a sdrammatizzare su tutto ad essere serena anche se con il cuore “in panne”: visto che piano piano tutto si supera?
    Se può servire per quel “mal comune mezzo gaudio”: una volta anch’io ero in piedi ed ora sono seduta.
    Complimenti per i tuoi post: sono belli belli, pieni d’allegria oltre che di colori.
    Stringi ancora i denti e … non mollare, la vita ti aspetta.
    Ciao, a presto

  9. vichy ha detto:

    siamo tutti con te… perchè i tuoi post a volte ci fanno ridere, a volte piangere, delle volte ci fanno stringere il cuore e delle altre il cuore si gonfia a dismisura…. i tuoi post non sono inutili perchè di qualunque cosa tu parli ( che sia di trucchi o abiti o delle piccole cose della vita) lo fai con una passione e un’autenticità che traspare e fa trasparire la persona meravigliosa che sei………….
    ti abbraccio forte

  10. gabry ha detto:

    -@ carla: non so se riesco ad essere serena in realtà fingo molto di esserlo. il mal comune in questo caso non è mezzo gaudio perchè vorrei davvero che certe sofferenze non le passasse mai nessuno, il mal comune in questo caso probabilmente ci rende affini, ci consente di capirci, di comprendere cosa sta passando l’altra persona e magari di trovare il modo giusto, la chiave giusta, per aiutare. io sono stata seduta ma anche sdraiata su un pavimento. ho anche scavato e mi sono infilata dentro il fosso che avevo fatto pensando di seppellirmici dentro. poi per fortuna piano piano me ne sono tirata fuori, sono tornata ad essere sdraiata sul pavimento, poi seduta, poi piano piano ho mosso i primi passi. ora posso dirti che non corro ancora, ma cammino relativamente spedita cercando di non inciampare. se posso aiutarti in qualunque modo fammelo sapere. io sono qui.

    – @ vichy: grazie, sei un tesoro come sempre. non ho parole per ringraziarti per le cose belle che mi dici, e le apprezzo ancora di più perchè so che sono sentite…
    ps. come procede “il progetto”? 🙂

  11. carla ha detto:

    Gabry cara, a volte sai la vita è teatro. Un grande teatro dove noi possiamo essere protagonisti o comparse: dipende dal carattere che abbiamo, dalla nostra forza interiore, dalle vicissitudini che abbiamo dovuto affrontare per essere quello che, in fondo, oggi noi siamo. Per motivi troppo lunghi da riassumere in un post ti confesso che a volte sono stata leader e a volte gregaria. Mi sono fatta ascoltare ed ho saputo ascoltare. Sempre nuda da ogni pregiudizio.
    Ho imparato, sulla mia pelle e pagando un prezzo davvero alto, che la vita non guarda in faccia chi deve colpire e non fa sconti a nessuno. Sta a noi collocare le avversità nei posti giusti, come tasselli di un puzzle. Se la vita ti consegna un dolore, accettalo, ti sembrerà assurdo quello che ti scrivo, ma è così, solo accettandolo potrai studiarne l’entità e combatterlo. In qualche modo “ad armi pari”: a volte si soccombe per carità, è vero, ma vuoi mettere la felicità che si prova quando si supera?. Tu ci hai dimostrato di aver superato quel dolore, con tanta dignità peraltro. Sei stata veramente brava.
    Riguardo al mio stare in piedi ed oggi seduta volevo soltanto dire che potrò sdraiarmi ma non adesso, e forse mai più, tornare a camminare. Sono finite le stagioni in cui valeva davvero la pena credere, adesso alle favole io non ci credo più. E camminare sarebbe per me impensabile!
    Vedi, mi sono permessa di scriverti (in fondo non ci conosciamo) perchè mi aveva colpito la frase “quell’insensata voglia di equilibrio” che se dovessi farla mia toglierei la parola “insensata” perchè vorrei davvero che tutto abbia sempre un senso. Per chi, come me, non potrà più conoscere la parola “equilibrio”. Stando seduti, l’equilibrio non serve.
    Un abbraccio forte ma talmente forte da levare per un attimo solo il fiato….

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...