un po’ di cose sparse

– so che non è bello da dire, ma sono stanca di problemi, brutte notizie, polemiche, catastrofi, quindi da questo momento in poi ogni volta che ne vedrò, sentirò o leggerò una farò come gli struzzi, infilerò la testa sotto la sabbia e andrò oltre.

– è giugno. adoro giugno. è un mese che sa di belle promesse, di grandi aspettative. e poi è il mese del mio compleanno

– in questo periodo ci sono delle situazioni che mi mandano la vita in confusione; la cosa assurda è che ogni volta che parlo di questa situazione (che sia con i diretti interessati o con terze persone) mi va via la voce che mi ritorna, con una puntualità pazzesca, un quarto d’ora dopo che smetto di parlarne. il mio corpo a volte ha delle reazioni che mi stupiscono.

– 1. non entro in un negozio da oltre un mese;
2. siamo a giugno e non sono ancora mai stata al mare
tutto ciò non è da me!

– l’avventura in palestra stranamente continua senza interruzioni. vado, corro sul tappeto, pedalo sulla bike, ci do dentro di addominali e adduttori… secondo me mi hanno rapito gli alieni e mi hanno sostituito con quest’essere qui che non riconosco e va in palestra e non fa shopping da più di un mese giorni…. non ci sono altre spiegazioni plausibili.

– ci sono momenti in cui temo che io stia sbagliando tutto. è la cosa che mi preoccupa è che ultimamente sono più i momenti in cui ho questa convinzione che quelli in cui penso che andrà tutto bene….

– progettare un interno, decidere come sistemare i pavimenti, il colore delle pareti, se restaurare o meno l’affresco del soffitto, il colore degli infissi, vedere che il cliente cambia idea diventando entusiasta di quello che proponi…e poi piano piano veder concretizzare tutto e renderti conto che è davvero, davvero un buon lavoro e che lo hai fatto tu. la bellezza del mio mestiere.

Advertisements

Informazioni su gabry

la bellezza salverà il mondo
Questa voce è stata pubblicata in gabry's life. Contrassegna il permalink.

6 risposte a un po’ di cose sparse

  1. Diemme ha detto:

    Capita che un’altra noi s’impossessi di noi. Capita di vivere un’altra vita.

    E’ la cosa bella della vita. 😀

  2. arthur ha detto:

    Amare il proprio lavoro è un bel passo avanti. E sugli addominali e tutto il resto… come dire, un fisico dasballo? 🙂

e tu come la pensi? Lascia un commento qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...